KARATE RAGAZZI

Il corso è pensato per giovani (dai 9 ai 13 anni), ragazzi e ragazze, che desiderano cominciare a praticare il karate.
La pratica del karate aiuta ad aumentare la propria autostima e a migliorare il proprio atteggiamento verso il mondo esterno.
Il karate non è una disciplina aggressiva, anzi: il suo obiettivo principale è il raggiungimento della perfezione nella tecnica attraverso il controllo di se stessi e la costante ripetizione.
Una pratica continua del karate aiuta lo sviluppo della propria assertività, insegnando ai ragazzi a non assumere un atteggiamento passivo, ma orientato alla giustizia nel rispetto dei propri compagni e di se stessi.

Il karate presenta anche diversi benefici fisici: favorisce il coordinamento, la lateralità, l’equilibrio, migliora la circolazione e aiuta un potenziamento muscolare naturale e non dannoso per i ragazzi in crescita.

PERCHÈ DUE CORSI DIVERSI NELLA STESSA LEZIONE?
L’esecuzione delle diverse tecniche, la loro potenza e addirittura l’equilibrio e la stabilità delle posizioni dipendono in larga misura dallo stadio di sviluppo muscolare dell’atleta. Il mantenimento dell’equilibrio nell’esecuzione del calcio laterale (lo Yokogeri), per esempio, richiede un buono sviluppo del tricipite surale (formato dal gastrocnemio – il cosiddetto polpaccio – e dal muscolo soleo); molti bambini, di conseguenza, avranno maggiori difficoltà ad eseguire questi calci e necessiteranno di una didattica adeguata al loro livello.
Allo stesso tempo, i ragazzi possono trarre beneficio dal vedere i compagni più grandi allenarsi con serietà ed impegno, migliorando a loro volta grazie a un’influenza reciproca.

Per chi pratica da un po’ di tempo e ha avuto modo di assistere nel corso degli anni allo sviluppo degli atleti più giovani è impressionante vedere le grandi differenze che caratterizzano le diverse fasce d’età e, ancora di più, che differenziano – all’interno della stessa fascia – un praticante di karate da un giovane non abituato a questo tipo di esercizi.

COSA PORTARE: l’allenamento si svolge indossando il karategi (il kimono) e a piedi nudi. Per le prime lezioni è sufficiente presentarsi con maglietta e pantaloni da ginnastica comodi. Se lo desiderano, ai ragazzi è consentito indossare delle calze antiscivolo. E’ possibile acquistare il karategi a un prezzo che si aggira intorno ai 15€ in moltissimi negozi sportivi. Prima di procedere all’acquisto si consiglia di chiedere indicazioni all’insegnante per eventuali convenzioni o prezzi agevolati.
Per la pratica del kumite (il “combattimento”) è facoltativo l’acquisto di guantini protettivi (è previsto il controllo e la mancanza di impatto, ma possono essere utili per particolari esercizi). Esistono molte tipologie diverse di guantini protettivi; i prezzi si aggirano attorno ai 15€, anche in questo caso, però, si consiglia di chiedere prima all’istruttore per verificare se la federazione di riferimento abbia particolari regole o agevolazioni.

E I GENITORI? I genitori sono i benvenuti e possono assistere senza problemi alle lezioni; all’interno della palestra sono presenti diverse panchine per permettere loro di sedersi mentre aspettano. Tuttavia è necessario rispettare la lezione dato che non sono presenti sale diverse.
Viene richiesto, quindi, di non rivolgersi agli atleti nel corso dell’allenamento, di evitare foto col flash e di non chiacchierare a voce alta, in modo da permettere loro di concentrarsi sulla lezione.

LE GARE, GLI STAGES E TUTTI GLI APPUNTAMENTI ESTERNI SONO OBBLIGATORI? Nessuna attività esterna alla palestra è obbligatoria. Tuttavia, tutti gli appuntamenti proposti dagli insegnanti sono fortemente consigliati perché costituiscono un momento di crescita personale e di confronto con altri praticanti esterni alla palestra. Resta, in ogni caso, una scelta dell’atleta e della sua famiglia partecipare o meno alle diverse proposte